+39 041 5210393 info@kartaruga.it

Presente ormai da quasi un millennio, il Carnevale di Venezia è la versione raffinata del Panem et Circenses dell’Antica Roma che rappresentava quel momento in cui, nascosti nell’anonimato delle maschere, uomini e donne si mescolano lasciando da parte differenze sociali e culturali.

Era il 1094, invece, quando la parola “Carnevale” entra a far parte del vocabolario veneziano. Era l’epoca del Doge Vitale Falier e da allora nulla fu più come prima.

Da quel giorno, ogni anno, dopo il Natale, si aprivano le danze che andavano avanti per sei settimane, fino al Mercoledì delle Ceneri. Un mese e mezzo in cui mascherare la propria identità da ruoli, pregiudizi e abitudini consuete per vestire gli spensierati panni di personaggi unici e irriconoscibili.

Piume per donare eleganza e sensualità alle nostre maschere di carnevale

piume per decorare maschere di carnevale|kartarugaIn questo gioioso intreccio di fantasia e colori le piume hanno avuto il compito di donare raffinatezza e sensualità al contesto carnevalesco. Senza di esse, il Carnevale di Venezia forse perderebbe quelle caratteristiche di eleganza e mistero per le quali è conosciuta in tutto il mondo.

Tra le tante utilizzate, le piume di pavone o di struzzo erano quelle più ricercate per il loro pregio e perché meglio simboleggiavano il fascino magnetico dell’anonimato dietro il quale si celavano i volti dei festeggianti.

Applicarle è un gesto semplice ma che richiede una grande manualità, dove l’esperienza dell’artigiano fa la differenza con la produzione industriale e in serie.

Una sensuale ed elegante maschera piumata con la quale confondersi nel immenso e variopinto corteo carnevalesco rappresenta oggi una buona scelta per chi desidera farsi notare!

 

Pin It on Pinterest

Share This